Geni del Calcio: Alen Bokšić

in actifit •  8 months ago 

portrait-3054490_960_720.jpg

Pixabay


Ciao Steemians!


L' Alieno, soprannome che si è portato dietro per tutta la carriera, era un bomber molto particolare: potente, veloce, agile e con una resistenza fisica invidiabile, purtroppo però il suo rendimento in campo è sempre stato molto altalenante, in 357 partite ufficiali disputate nei 4 club dove ha giocato in 3 dei più grandi campionati professionistici d'Europa e quelle giocate con la maglia della Croazia, è andato in rete 115 volte con 3 assist all'attivo. Tutto questo dovuto anche al fatto che durante la sua carriera, durata 20 anni ha subito moltissimi infortuni, i quali non glia hanno mai permesso di esprimersi al 100%.

Classe '70, cresciuto nell'Hajduk Spalato, distante 60 km da Macarsca, città marittima dell'adriatico nella quale è nato, squadra nella quale ha disputato 96 partite, realizzando 27 reti in totale, la sua media gol di circa un gol ogni tre partite lo accompagnerà dunque durante tutta la propria carriera, in 4 stagioni in Croazia vince una coppa dell'ex Jugoslavia nel 1991. La stagione successiva si traferisce definitivamente in Francia, a Cannes, dove però la sua nuova avventura non riscuote per nulla successo, gioca una sola partita, è la volta dell'Olimpique Marsiglia, quello sarà il suo anno più prolifico a livello realizzativo, 23 reti in 37 presenze, capocannoniere e campione della Ligue 1 (titolo che verrà successivamente revocato) nonché Campione d'Europa, battendo il Milan in finale di Champions League a Monaco di Baviera. Si candida così per il Pallone d'oro 1993, ma non riuscì ad agguantare il trofeo perché sarà preceduto da Roberto Baggio, Dennis Bergkamp ed Éric Cantona.

Dopo essere esploso in Francia si trasferisce in Serie A, dove passerà buona parte della propria carriera, il esordisce contro il Napoli il 7 novembre, indossa la maglia della Lazio, squadra che lo ha pagato 15 miliardi delle vecchie lire, il suo allenatore è Zdeněk Zeman, Alen definisce gli allenamenti di quest'ultimo non adatti alle alle proprie caratteristiche, in 3 anni con la maglia biancoceleste va in rete soltanto 19 volte, sembra il fantasma di quello che salì sul tetto d'Europa quando si trovava in territorio francese. Nel 1996 passa alla Juventus neo campione d'Europa, che lo acquista per un miliardo in meno di quello che lo pagò la Lazio.


croatia-362287_960_720.jpg

Pixabay


Resterà a Torino soltanto una stagione, dove vince dapprima una la Supercoppa UEFA, dopodiché una Coppa Intercontinentale ed infine uno scudetto, raggiunge inoltre la finale di Champions League persa per 3-1 con il Borussia Dortmund. Nel suo unico anno alla corte della vecchia signora, segna pochissimo, 8 reti in 33 partite e solleva molti dubbi nella società riguardo alla sua integrità fisica. Bocciato dai bianconeri, torna alla Lazio per 25 miliardi di lire, questa volta va decisamente meglio, almeno per quanta i trofei vinti, al suo ritorno a Roma riesce ad arrivare a 10 reti in una sola stagione, record personale , ma sul finire della stagione subisce un serio infortunio al ginocchio, che lo costringe a saltare il Mondiale 1998 con la maglia Croata ed anche buona parte del campionato 1998-1999. Durante le tre stagioni con le Aquile vince 2 Coppe Italia, una Supercoppa italiana, una Supercoppa europea, una Coppa delle Coppe ed uno scudetto.

Nel nuovo millennio tocca alla Premier League fare la conoscenza con l'alieno, resterà in Inghilterra un paio di stagioni, senza vincere alcun trofeo e segnare 22 gol in 70 partite, prima di ritirarsi nel 2002. Dopo un decennio viene nominato assistente della nazionale Croata dal presidente della Federcalcio ed ex-collega Davor Šuker, affiancando sulla panchina il CT Igor Štimac. Prima dell'indipendenza della Croazia era un cittadino jugoslavo, fu convocato parecchie volte dalla nazionale Jugoslavia e fece parte della rosa che partecipò al Mondiale 1990, nonostante questo non gioco mai nemmeno una partita.

Difficile dare una valutazione precisa per un uomo dalla doppia faccia. Straordinario per come inizia le azioni, per come le porta a compimento; un vero disastro per come conclude a rete. Ci sarà anche un pizzico di sfortuna e di malasorte, certo. Ma vederlo giocare è davvero un piacere per gli occhi.
Questo potrebbe essere un riassunto della carriera di questo giocatore, dato dalla Gazzetta dello Sport nelle pagelle della stessa a fianco al suo voto, un 7.5 dopo la partita Juventus-Inter dell’ottobre 1996, tra l'altro fu la partita nella quale Zidane segna il suo primo gol in Italia.


croatia-1489714_960_720.png

Creative Commons


2019-08-16 15.29.00.jpg

Logo by @ryo-6414


Post pubblicato anche su Scorum



5007
Camminare
Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

Me lo ricordo bene alla Juve... non segnava manco a morire! Altro che bomber!!! 😬😬😬

Posted using Partiko iOS

Ahahahaahahahah! Super Boksic...🤣

Posted using Partiko Android

Congratulations @dexpartacus! You have completed the following achievement on the Steem blockchain and have been rewarded with new badge(s) :

You published more than 1000 posts. Your next target is to reach 1100 posts.

You can view your badges on your Steem Board and compare to others on the Steem Ranking
If you no longer want to receive notifications, reply to this comment with the word STOP

To support your work, I also upvoted your post!

Do not miss the last post from @steemitboard:

SteemitBoard supports the SteemFest⁴ Travel Reimbursement Fund.
Vote for @Steemitboard as a witness to get one more award and increased upvotes!

Congrats on providing Proof of Activity via your Actifit report!

You have accordingly been rewarded 45.375 AFIT tokens for your effort in reaching 5007 activity, as well as your user rank and report quality!
You also received an 16.76% upvote via @actifit account. 15.84% of this upvote value is a result of an exchange transaction you performed for 20 AFIT tokens !
Actifit rewards and upvotes are based on your:

  • User rank: which depends on your delegated SP, accumulated AFIT tokens, rewarded post count and recent rewarded activity.
  • Post score: which depends on your activity count, post content, post upvotes, quality comments, moderator review and user rank.

To improve your user rank, delegate more, pile up more AFIT tokens, and post more.
To improve your post score, get to the max activity count, work on improving your post content, improve your user rank, engage with the community to get more upvotes and quality comments.

Actifit is now a Steem Witness. If you believe in our project, consider voting for us

rulersig2.jpg
Vote for Actifit as a Witness
Chat with us on discord | Visit our website
Download on playstore | Download on app store
FAQs | Text Tutorial | Video Tutorial

Hi @dexpartacus!

Your post was upvoted by @steem-ua, new Steem dApp, using UserAuthority for algorithmic post curation!
Your UA account score is currently 3.769 which ranks you at #5263 across all Steem accounts.
Your rank has not changed in the last three days.

In our last Algorithmic Curation Round, consisting of 101 contributions, your post is ranked at #85.

Evaluation of your UA score:
  • You're on the right track, try to gather more followers.
  • Try to show your post to more followers, for example via networking on our discord!
  • Try to work on user engagement: the more people that interact with you via the comments, the higher your UA score!

Feel free to join our @steem-ua Discord server